Il nuovo sito di Radio ASCOLTA
Menu

Il nuovo sito di Radio ASCOLTA

Nuovo sito di Radio Ascolta (2016)

Un duro lavoro per semplificare il sito web e nel contempo renderlo veloce e pratico da consultare.

Realizzato interamente da Gianni Longo, meglio conosciuto dai radioascoltatori come Gianni di Radio Ascolta, colui che segue “in primis” tutti gli aspetti tecnici e non della radio: dalla programmazione musicale, alla conduzione del programma 3 minuti con voi, fino alla gestione dell' intero sito.
Abbiamo così pensato di fargli alcune domande in merito alla realizzazione del nuovo sito.


» Come mai un nuovo sito?
" Internet è in continua evoluzione, anche se molte volte non sembra. Già da qualche anno abbiamo visto un incremento costante e continuo verso gli ascoltatori che ci seguono con lo smartphone o tablet. Anche la ricerca via telefonino sta sempre più aumentando e ormai molti telefonini sono diventati dei veri piccoli computer. Era quindi doveroso creare un nuovo sito web che fosse in grado di essere visualizzato correttamente anche sui display dei cellulari."
» Ma perchè un sito in HTML, non è forse superato?
" No assolutamente, HTML è il linguaggio base di programmazione di un sito. Potremo parlarne per ore ma credo che non sia il caso dato che è un argomento troppo tecnico. Sono ormai più di 15 anni che mi dedico a questo tipo di linguaggio e devo dire che anche se non è sempre facile da gestire e richiede molto tempo, mi piace molto. Creare un sito da zero con il semplice blocco notes di Windows è per certi versi emozionante. Noti come scrivendo codice dopo codice la pagina web prenda sempre più la forma che avevi immaginato.
Ma non è solo per questo che ho scelto di creare un sito dalla struttura semplice HTML, anche per rendere il sito assai veloce. La velocità è uno dei fattori che influenza positivamente il posizionamento di un sito nella ricerca di Google. "

» Qundi sito più veloce si traduce in un sito con più visite
" Non è l' unico paramentro ma come dicevo è uno dei paramentri più importanti. Comunque mi sono occupato anche di altri aspetti per migliorare questa versione nuova del sito. "
» Parlaci ora del nuovo sito. Cos'è stato migliorato?
" Prima di tutto è responsive, ovvero come ho già detto, si adatta ai dispositivi mobili. Non c'è più il menù a destra con tanti link della versione precedente, ma un menù più visibile, con i link importanti da visitare. Poi l' audio non si attiva più subito entrando, ma cliccando su diretta o sul cerchio verde nella home page. Anche le pagine 'I favolosi anni 60' e 'Italianità' sono state semplificate. E' ora possibile ascoltare tutte le trasmissioni audio rimanendo nella pagina principale della sezione.
Certo chi si aspettava il sito dalla grafica accativante, super moderno forse è rimasto deluso. Io penso prima di tutto a Google, ovvero a costruire un sito per consolidare la già buona visibilità di RadioAscolta.it e subito dopo alla semplicità. Devo dire che Google fin adesso mi è stato amico perchè ha premiato oltre che i contenuti pubblicati, anche la semplicità degli stessi. Ricordo che oltre il 70% dei nostri ascoltatori hanno scoperto Radio Ascolta grazie alla ricerca su Google. "

» Ma allora come mai molti siti non sono costruiti in maniera semplice?
" Come dicevo prima, lavorare quasi o solo in HTML significa avere un po' di conoscenza e molto tempo da dedicare. Inoltre per aggiornare il sito, a differenza di un sito dinamico, bisogna sempre conoscere il linguaggio HTML, quindi è molto laborioso. Si capisce quindi perchè molte agenzie di web-marketing indirizzino i propri clienti verso siti dinamici, facilmente aggiornabili. Bisogna valutare varie situazioni per capire ciò che è meglio."
» Ultima domanda. Cosa ti senti di dire ai vari navigatori/ascoltatori?
" Ringrazio ovviamente tutti gli ascoltatori per continuare a seguirci con grande affetto. Se vi piace questa webradio potete come sempre fare il passaparola. Anche condividere le varie pagine web su facebook e google plus è un valido aiuto per far conoscere questa realtà.
Un saluto a tutti e buon ascolto."


Qui sotto le varie versioni del sito ww.radioascolta.it dal 2008 ad oggi.

Evoluzione dei vari siti
condividifacebook google+

Settembre 2016